Facebook NutriScience

DAL CORRIERE DELLA SERA - CIBI SI' E NO IN USA: RIVALUTATE LE UOVA, STOP ALL'ALCOL PERCHE' CALORICO MA NON ALLE CARNI

Zucchero, eccesso calorico e grassi saturi sono i nemici numero uno. A seguire vengono gli altri alimenti critici, i soliti sospettati, noti per essere non certo salutari nelle diete, ma tollerati in modica quantità. Le uova vengono riconsiderate e sull’alcol gli esperti americani dicono qualcosa in più del solito. Questo in sintesi il valore aggiunto delle Linee guida del governo americano, stabilite da una commissione ad hoc, sotto le direttive del Congresso e con il contributo dei ministeri della Sanità e dell'Agricoltura.

UN DOCUMENTO IMPORTANTE

Emanate ogni 5 anni sulla base delle nuove indicazioni scientifiche e considerate influenti nella società americana (la composizione dei buoni pasto, delle mense scolastiche e delle mense pubbliche viene studiata sulla base di queste direttive), le linee-guida emanate dal governo a stelle e strisce confermano infatti le precedenti e confermano anche nell’essenza quelle italiane. Il punto più significativo del documento riguarda quelle che sono considerate le tre peggiori minacce negli Usa: le calorie totali, la percentuale di grassi saturi e la percentuale di zuccheri. Su questi tre fattori le raccomandazioni sono severe e la soglia limite di saturi e di zuccheri aggiunti viene confermata al 10 per cento. Le direttive si dividono poi in alimenti da scegliere (verdure, legumi, frutta con il guscio, latte e yogurt senza grassi) e alimenti di cui diffidare. Nessuna menzione particolare viene fatta alla carne rossa, mentre si esorta il consumo di carne magra e pollame. Infine il governo americano sottolinea l’importanza di valutare con attenzione la composizione di alcuni latticini low-fat, ovvero poveri di grassi (come yogurt alla frutta), che possono nascondere zuccheri aggiunti.

DAL CORRIERE DELLA SERA - GLI "ALIMENTI INSOSPETTABILI" CHE CI POSSONO FARCI RISCHIARE LA GOTTA

alimenti da limitare